citazione

"Il futuro appartiene a coloro che credono nella bellezza dei propri sogni." (Eleanor Roosevelt)

venerdì 15 gennaio 2016

CROSTATA "STRUDEL"

Feste finite. E questi giorni di gennaio stanno scivolando via più velocemente di quanto mi aspettassi.
In questo momento del mio percorso di vita ci sono stati degli eventi che hanno svuotato le mie giornate ed ora devo ingegnarmi per tornare a riempirle. Temo un po' il vuoto che si è creato e mi stava pure passando la voglia di fare dolci e occuparmi del blog.
Non è facile decidere come ridisegnare il futuro. Alterno momenti di sconforto ad altri di euforica sensazione del tipo "posso tutto". Cerco di aggrapparmi a questi!!! Infatti all'ultimo momento mi sono regalata un concerto, pochi giorni fa. Ed ho ripreso a sfornare dolci, complici anche alcune ricorrenze e cene.

Quella di oggi è una crostata semplice, ricca di frutta, buonissima. Io l'adoro. L'avevo preparata prima di Natale per portarla ad una cena e si era rivelata una gradita e fresca alternativa a panettoni ed altri dolci delle feste.
L'ho poi rifatta altre due volte, per un'altra cena e per il mio compleanno (sì...due dolci, questa crostata e il dolce al cioccolato che ho già pubblicato).
Il suo punto di forza? Il ripieno!!! Ispirato a quello dello strudel, arricchito con altri tipi di frutta secca, profumato con confettura di arancia, abbondantissimo di mele, è ricco di sapori ma molto fresco al palato. Ed il guscio di frolla è il suo perfetto contenitore.
Io ho usato una frolla non troppo friabile, in modo da riuscire a sostenere il ripieno, quindi non si abbonda di burro e si usa zucchero semolato per darle un po' di croccantezza. Eccola qui, una fetta golosa!



CROSTATA "STRUDEL"

dosi per un dolce diametro 20cm e uno diametro 26cm

Pasta frolla con albumi

Ingredienti (per circa 1 kg)
   260 g burro
   180 g zucchero semolato
   65 g albume (oppure acqua)
   500 g farina 00
   un pizzico di sale
Procedimento
- Lavorare il burro morbido e lo zucchero
- Aggiungere l'albume e far amalgamareal resto (non deve vedersi liquido separato dal grasso)
- Aggiungere la farina e lavorare brevemente per ottenere una massa omogenea
- Compattare e avvolgere nella pellicola
- Far riposare in frigo almeno 2-3 ore (meglio anche 12)

Ripieno di mele cotte e frutta secca

Ingredienti
   1700 g mele (peso netto e a crudo)
   50 g zucchero semolato o di canna
   scorza grattugiata di 1 arancia
   100 g uvetta
   40 g noci
   40 g pinoli
   40 g pistacchi
   40 g mandorle
   100 g marmellata arance
Procedimento
- Fare a cubetti le mele e metterle in una pentola assieme a zucchero e scorza di arancia
- Cuocere a fiamma bassa per 10-15 minuti, con coperchio, finchè le mele iniziano ad essere abbastanza morbide ma non disfatte
- Togliere il coperchio e alzare la fiamma per qualche minuto in modo da asciugare la frutta
- Far intiepidire
- Tritare grossolanamente noci, mandorle, pistacchi; io ho usato il coltello e ho lasciato interi i pinoli
- In una ciotola, mescolare la frutta secca, la marmellata e le mele cotte (eventualmente, raccogliere le mele con una schiumarola così da scolare il liquido in eccesso)

Montaggio e cottura

dosi usate per il dolce da 26cm e tra parentesi quelle per il dolce da 20cm
Ingredienti
   400 g (250 g) pasta frolla per il fondo
   20 g (12g) pangrattato
   1100 g (650g) ripieno alle mele
 150 g (100 g) pasta frolla per le strisce
   zucchero per spolverizzare
Procedimento
- Prendere la frolla fredda e manipolarla brevemente per renderla malleabile, senza scaldarla
- Stendere sul piano leggermente infarinato ad uno spessore di 6-7 mm
- Ritagliare un cerchio di alcuni centimetri più largo dello stampo
- Reimpastare i ritagli e stendere a forma di rettangolo o ovale lungo come lo stampo
- Mettere in frigo una decina di minuti (così poi si riusciranno a tagliare e sollevare le strisce senza romperle)
- Rivestire bordi e fondo della teglia con il cerchio di frolla
- Bucherellare con una forchetta
- Cospargere con il pangrattato
- Riempire fino al bordo con il ripieno di mele
- Riprendere la frolla dal frigo e con una rotella tagliapasta ricavare strisce larghe 2 cm
- Creare una griglia sopra il dolce, sigillando le strisce lungo i bordi
- Cuocere a 170-180°C per circa 40 minuti (fino a vedere frolla dorata)
- Far raffreddare e sformare
- Spolverizzare con poco zucchero a velo
Note
Per il fondo di frolla, stendere la pasta non troppo sottile poichè il ripieno sopra è abbondante e pesante, oppure mettere un po' meno mele rispetto a quelle indicate in ricetta. Io amo questa crostata molto carica di frutta.



e pochi giorni fa...
"E non hai visto ancora niente
E non hai visto ancora niente
E non hai visto ancora niente
E non hai visto ancora niente
eppure eppure eppure
milioni di serrature
non riescono a tenermi chiuso il cuore
eppure eppure eppure
milioni di serrature
non riescono a tenermi chiuso il cuore!!!"
 


 "e non hai visto ancora niente!!!"
Eleonora

10 commenti:

  1. Torta golosissima,complimenti grazie per la condivisione,questi giorni sono un po' strani si stanno verificando eventi inaspettati,ti aiguro tanta serenità,buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. inaspettati...ma speriamo positivi! grazie dell'augurio Paola! un abbraccio

      Elimina
  2. Risposte
    1. :-)
      mi fa piacere ti piaccia! benvenuta qui Paola

      Elimina
  3. Lo strudel, in particolare quello imbattibile della mia mamma, è il mio dolce preferito. Quindi immaginati quanta gola mi faccia questo ripieno melosissimo!
    Ti auguro che tutto volga al meglio e ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai detto bene: ripieno "melosissimo" :-)
      ma allora io vorrei vedere lo strudel della tua mamma...
      un caro abbraccio a te Giulia :-*

      Elimina
  4. Non è facile Ele riempire le giornate che tutto ad un tratto si sono svuotate! pensa che io è da un anno che non riesco a trovare lavoro, e ho paura che questo "buco" stia diventando troppo! cerco di restare positiva il più possibile, ma capisco cosa significa in generale! forza e coraggio! questa crostata è uno spettacolo per gli occhi e il palato, io adoro lo strudel e già immagino il sapore della tua crostata! ti abbraccio forte e stai su!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è proprio così Silvia...anche se spesso si spera in giornate vuote di impegni, se queste si fanno troppe diventa pesante. Speriamo dai che presto ci siano risvolti positivi per tutte e due!!!
      Se ti piace lo strudel, sicuramente questa crostata zeppa di mele fa per te.
      un dolce caro abbraccio!!!

      Elimina
  5. Rovistando nel cassetto della cucina ho trovato una vecchia ricetta che avevo scritto tanti anni fa... la Torta Strudel! Con le mele, l'uvetta e la frutta secca... che buona che era! Grazie per avermela fatta ricordare!
    Come lo hai sformato questo capolavoro... capovolgendolo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. questi abbinamenti di sapori così classici (mele, uvetta, frutta secca) possono trasformarsi in mille dolci diversi e sempre buonissimi. Visto che ti ho fatto ricordare la tua torta, spero di vederla quanto prima sul tuo blog così potrò provarla!!!
      Ho sformato capovolgendo, una volta freddo. Solitamente faccio sempre così.
      ciao!!!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Printfriendly