citazione

"Il futuro appartiene a coloro che credono nella bellezza dei propri sogni." (Eleanor Roosevelt)

martedì 5 marzo 2019

CASTAGNOLE ALLA RICOTTA, al profumo di agrumi


Esperienze nuove nella mia vita negli ultimi mesi, ed anche qualche sperimentazione in cucina, che forse riuscirò a pubblicare prossimamente. Ma dopo lunga assenza, torno qui per raccontarvi una ricetta veloce e facile per festeggiare il Carvevale all'ultimo minuto!
Mescolando tutto in una ciotola, divertendovi a creare piccole palline (chi ha bimbi può facilmente coinvolgerli), friggendo con un po' di pazienza pochi pezzi per volta, avrete pronte in poco tempo tante graziose gustose e morbide castagnole alla ricotta!
Una versione nuova rispetto a queste mini frittelle alla ricotta già pubblicate, con castagnole un po' più consistenti e molto profumate!


CASTAGNOLE ALLA RICOTTA

dosi per circa 45-50 castagnole

Ingredienti
   70 g zucchero
   200 g farina 00
   50 g amido di mais
   8 g lievito chimico
   scorza di un limone/arancia
   un pizzico sale
   100 g ricotta
   20 g burro fuso
   100-110 g uova (n.2 medie)
   15-20 ml di liquore a piacere (io limoncello)

   olio di arachidi per friggere (io 1 L)
   zucchero semolato per ricoprire

Procedimento
- Mescolare ricotta, zucchero, uova, scorza di limone grattugiata, sale, burro fuso
- Quando il tutto è omogeneo, aggiungere setacciandoli farina, amido di mais, lievito
- Impastare il tutto
- Formare una palla, avvolgere in una pellicola e far riposare un quarto d'ora
- Sul piano leggermente infarinato, formare un salsicciotto (foto 1)
- Con un coltello ricavare pezzetti di impasto e formare palline delle dimensioni di una noce (foto 2)
- Scaldare l'olio fino a circa 170-175°C, in un pentolino non troppo ampio e dai bordi alti
- Preparare un piatto coperto di carta assorbente ed un piattino con zucchero semolato
- Friggere non più di 7-8 castagnole alla volta
- Quando sono belle dorate (2-3 minuti), scolare, mettere su carta assorbente
- Passarle ancora calde nello zucchero semolato
- Proseguire con le altre frittelle
- Cambiare olio a metà frittura
- Quando lo zucchero nel piattino inizia ad essere imbevuto di olio, cambiarlo con zucchero asciutto

Eccole pronte per essere gustate!


Una piccola golosità per festeggiare questi giorni allegri e colorati.
Eleonora
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Printfriendly