citazione

"Il futuro appartiene a coloro che credono nella bellezza dei propri sogni." (Eleanor Roosevelt)

lunedì 19 maggio 2014

PAN CARRE' (o pan bauletto), morbido e saporito


Oggi niente dolci! Ma un pane morbido morbido e comodo in queste belle giornate di primavera: tagliato a fette e farcito risulta perfetto per le gite all'aperto.
L'avevo fatto pochi giorni dopo averlo visto
qui da Enrica: le sue foto luminose mi mostravano un pan carrè così soffice e con tanta mollica che ho avuto subito voglia di provarlo! Anche perchè qui a casa si fa ancora un po' fatica ad abituarsi al pane "rustico", consistente e variamente alveolato che riesco ad ottenere con il lievito madre...
Questo pane è stato mangiato molto volentieri da tutti, sia a pranzo che a colazione.


Con il pan carrè confezionato però, ha ben poco in comune! Molto più morbido, per nulla secco, profumato e saporito grazie alla presenza del lievito madre. Infatti l'ho chiamato "pan Bauletto", poichè ha una consistenza che ricorda quel pane bianco.




PAN BAULETTO con lievito madre 
dosi per due filoni lunghi circa 26-28 cm
ricetta con prefermento con lievito madre o con lievito di birra
in rosso  ricetta originale con impasto diretto con lievito di birra

I miei tempi
- sera giorno prima: prefermento (5' lavorazione, 8-10 ore di riposo)
- mattino: impasto (15'), riposo (30'), pieghe in centro (5')
- lievitazione (io 5 ore)
- pomeriggio: formatura e lievitazione (4 ore)
- sera: cottura (30')
I tempi di lievitazione sono indicativi, dipendono dal lievito e dalla temperatura ambientale. Con l'impasto diretto con lievito di birra i tempi sono più brevi.

Note
Rispetto alla ricetta di Enrica, ho usato un prefermento con lievito madre anzichè fare impasto diretto con lievito di birra, prendendo per il prefermento parte della farina e dell'acqua previsti nella ricetta. Cambiano quindi i tempi di lievitazione, ma non le dosi totali degli ingredienti.
Altra piccola variante è stata la sostituzione di parte dell'olio con burro, per aumentare sofficità e umidità dell'impasto.

Ingredienti
   30 g lievito madre o 1-2 g lievito di birra (12 g lievito di birra fresco)
   750 g farina di media forza (io 300 g manitoba e 450 g di farina 00)
   300 g acqua
   75 g latte
   50 g olio extra vergine di oliva (75 g)
   25 g burro morbido (non c'era)
   8 g sale
   10 g zucchero
Procedimento
- Preparare il prefermento mescolando il lievito madre a pezzettini, 60 g di farina manitoba e 60 g di acqua. Lasciare riposare il prefermento una notte (8-10 ore) coperto a temperatura ambiente. Si può fare un preimpasto nella stessa maniera usando pochi grammi di lievito di birra anzichè il lievito madre.
- Per la versione con impasto diretto con lievito di birra: sciogliere il lievito con poca acqua e lo zucchero, far riposare 10-15 minuti e poi partire con l'impasto
- Impastare tutto (prefermento e tutti gli ingredienti rimasti) per circa 10-15 minuti, fino ad ottenere una massa liscia (foto 1 e 2)
- Far riposare 30' coperto da pellicola
- Eseguire una serie di pieghe al centro: prendere con una mano l'impasto ai bordi e tirandolo portarlo al centro della massa; proseguire così lungo la circonferenza, chiudendosi sempre in centro.
- Arrotondare la massa e far riposare coperta fino al raddoppio (io 5 ore) (foto 3)
- Stendere con le mani formando un rettangolo (foto 4)
- Arrotolare stretto lungo il lato lungo e adagiare in uno stampo rettangolare ( o da plumcake) (foto 5 e 6)
- Coprire con pellicola e far lievitare fino al raddoppio (io 4 ore)(foto 7)
- In una ciotolina mescolare un po' di olio e latte e usare per spennellare la superficie del pane
- Infornare a 200°C e cuocere per circa 30minuti, finchè la superficie sarà dorata (non troppo scura) (foto 8)
- Conservare in un sacchetto per alimenti, oppure congelare a fette.






Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Panissimo, 
questo mese ospitata da Sandra. 
La raccolta è stata ideata da Sandra Barbara.

22 commenti:

  1. BRAVA...col maiuscolo voluto :)))
    E' un bellissimo pan bauletto e si vede che è molto morbido.
    Hai usato pochissimo lievito madre, prediligendo dei tempi più lunghi..sono certa che questo ti ha dato benefici sul risultato finale.
    Ieri parlavo con mia cognata, sai? E facevamo questa considerazione: quando eravamo più piccole e vedevamo ricette con lievito di birra - quelle classiche - pensavamo "nooo, ma ci vuole tempo"...e magari erano 3/4 ore per fare tutto. Oggi ci diamo alle lunghe lievitazioni, e quelle ci sembrano una passeggiata.
    Come si cambia!! :)
    Mi piace moltissimo questo pane, non escludo di rifarlo seguendo le tue indicazioni :))

    Brava ancora!

    Buon inizio di settimana, Ele! Forza e coraggio che anche oggi possiamo farcela :')
    Ti abbraccio :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. amica mia...dai che ogni tanto mi riesce qualche pane con il lievito madre. ;-)
      questo era proprio morbido morbido. E sì, con i lievitati si impara l'attesa...
      (con il mio personale difetto che l'attesa viene stipata di altre cose!!!)

      mamma mia...forza e coraggio...anche oggi...

      ti abbraccio, affettuosissimamente

      Elimina
  2. Oggi mi hai fatto un regalo bellissimo, sei tanto cara Eleonora e sono veramente felice di averti conosciuta grazie alla segnalazione di Michela, ora però spero di riuscire in una piccola "missione" insieme a lei :D Hai posta, baciiiiiii

    RispondiElimina
    Risposte
    1. questo pane mi era piaciuto tanto, era buono di sapore e morbido morbido. E finalmente sono riuscita a pubblicarlo! ci tenevo a farti questa piccola sorpresa. :-))))
      grazie a te e Michi per la missione!!! ;-)

      Elimina
  3. Ciao Eleonora, sei bravissima! Oltre ai dolci anche il pane...non posso che farti i miei complimenti ! Io non sono certo alla tua altezza.Quando voi passa a trovarmi, così mi dai qualche consiglio per il mio Blog.
    Un abbraccio Laura:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Laura per tutti questi complimenti...certo però che ho tantissimo da imparare e migliorare, come tutti! ;-)
      passo volentieri da te. Non per dare consigli, ma per vedere le tue buone ricette! ciao!!!

      Elimina
  4. Bello il tuo "bauletto"! :)))

    p.s. Aborro il pan carré confezionato. A parte che si sento molto l'alcole, ma poi ha un sapore che con il pane non ha proprio nulla a che fare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai ragione Piero!!! il pan carrè comprato è secco, sa di alcool, non profumna nemmeno di pane.
      questo invece è PANE!
      :-)
      ciao!!!

      Elimina
  5. Eppure io, ancora non ho trovato il mio pancarrè perfetto. Proverò il tuo!

    Baci baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ehm...magari non è quello perfetto, però te ne assicuro morbidezza e bontà! ;-)
      magari prova e poi mi dirai.
      un bacio a te! :-)

      Elimina
  6. Ma quante cose devo provare appena prenderò coraggio e mi farò il mio lievito madre! :) Vedo tutte queste meraviglie e la voglia cresce sempre più . Brava Ele, è bellissimo con tutti quei piccoli alveoli, deve essere buonissimo. Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Angela per i tuoi complimenti, il pane con questi alveoli piccoli e diffusi era proprio morbido e perfetto per farci sandwich dolci o salati. Comunque, viene bene anche facendo una biga con poco lievito di birra, se intanto vuoi provare non avendo lievito madre (che un po' di tempo in più,e cure, e utilizzo non troppo saltuario).
      ciao! buona giornata!

      Elimina
  7. Ecco. con il panbauletto ancora non mi sono cimentata. Manca sempre il tempo... e di solito il poco che ho lo assorbono i dolci, quali meraviglie! E pensare che poi preferisco mangiare salato io...
    Andrò di lievito di birra, sicuramente perché per ora è l'unico tipo di lievito che riesco a gestire abbastanza bene, ma proverò... oh si che proverò!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Vale! verrà bene anche con il lievito di birra, usandone poco in un prefermento otterrai un pane con un buon profumo e che si manterrà morbido senza seccare per più giorni.
      E tutto sommato, non richiede molto tempo per la lavorazione, il più lo deve fare lui, lievitando! e poi, sarà una passeggiatain confronto ai cornetti che hai sfornato... ;-)
      un abbraccio grande grande!

      Elimina
  8. Ciao Ele :)))))))))))))))))))

    Dopo qualche giorno di assenza torno a fare un giro nel tuo blog per vedere quali altre bontà hai sfornato... e mi trovo di fronte questo delizioso pane, morbido morbido!
    E quell'ultima foto con la fetta spalmata di marmellata fa davvero venire l'acquolina in bocca!!!

    Anche io proverò questo tuo, ma dimmi... che tipo di farina e olio hai usato???

    Grazie per la dettagliatissima spiegazione con gli orari ed i tempi di lavorazione/lievitazione!!
    Ti meriti un grandissimo bacio :*************

    RispondiElimina
    Risposte
    1. CIAO!
      grazie per la lettura attenta!!!...mi sono proprio scordata di precisare il tipo di farina, avevo usato in parte manitoba e in parte normale 00, quindi un mix di farina non troppo forte. Olio extra vergine di oliva. Poi correggo la ricetta.
      sarà ben felice se lo proverai, è sempre bello potersi confrontare su una stessa preparazione!
      un abbraccio! :-)

      Elimina
  9. Sai che anche io mi trovo molto bene con il "lievitino" come lo chiamo io o prefermento, come lo chiami tu. Trovo che i lievitati vengano più leggeri, più digeribili. Bellissimo il tuo pan bauletto, stai diventando sempre più brava.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Terry, tu che sei davvero brava con i lievitati, mi dici brava? beh, è un grande grande complimento per me!!! grazie. :-)
      e forse il lievitino lo devo sfruttare di più, per evitare certi mattoncini che ancora mi capita di sfornare. :-)))
      ciao!!! un bacio!

      Elimina
  10. Dopo le tue super colombe, fare il pane è uno scherzo per te ! Io faccio sempre il pan carrè con la ricetta del pasticcere Francesco Favorito che non usa olio ma solo burro. Io adoro il burro per cui a me piace molto ma i miei genitori lo vorrebbero con l'olio (sai com'è...il colesterolo !). Mi stampo la ricetta così ce l'ho pronta. Domandina da super ignorantona: perchè così poca pasta madre ? Di mio ne avrei messa tanta di più

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao! sai che invece la mia panificazione non è proprio eccelsa?
      i lievitati dolci vengono super buoni, il pane insomma.
      sarà anche che a casa preferiscono mollica soffice, mentre con lievito madre normalmente ottengo pani che, anche se morbidi e ben alveolati, mancano di sofficità...
      stavolta il pan carrè è stato ben gradito!!! sarà l'apporto di grassi, sarà l'uso del prefermento, ma era proprio morbidissimo!
      la ricetta originale prevedeva solo olio. Ho messo un pochino di burro perchè anche a me piace molto!!!!!
      ho potuto usare poco lievito madre perchè non ho fatto un unico impasto, ma ho prima preparato quello che ho definito "prefermento", lasciato maturare una notte (durante la quale i lieviti si moltiplicano). Ho trovato questo articolo interessante: http://www.panemadre.it/1/gli_starter_483802.html.
      ciao!!!! buonissima giornata. :-)))

      Elimina
  11. Meraviglioso. Semplicemente meraviglioso. Di una morbidezza assoluto. Brava, Eleonora!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie!!!! troppo buona.
      però sì dai, stavolta è venuto morbido morbido.
      ogni tanto, ci azzecco! ;-)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Printfriendly