citazione

"Il futuro appartiene a coloro che credono nella bellezza dei propri sogni." (Eleanor Roosevelt)

martedì 9 settembre 2014

buoni vasetti in dispensa: FICHI CARAMELLATI

Resto incantata di fronte a dispense cariche di vasi di vetro attraverso la cui parete si possono ammirare confetture di vari colori, conserve, verdure a pezzetti, frutta soda immersa nello sciroppo,...
Mi piaceva vedere mia mamma affacendarsi, soprattutto in estate, con la verdura dell'orto per farne tesoro per l'inverno.
Anche se ormai non ci manca nulla e troviamo sugli scaffali dei supermercati qualsiasi cosa, poter aprire un barattolo che avevamo chiuso noi stessi mesi prima, poter assaporare il sapore naturale e genuino del suo contenuto, dà un piacere e una soddisfazioni ineguagliabili.

E prima che spariscano del tutto dagli alberi, consiglio di salvare qualche bel fico dal destino "confettura" e provare questa golosa ricetta. Avrete un prodotto davvero versatile e pieno di gusto!
I fichi caramellati sono ottimi come accompagnamento a formaggi freschi (ricotta, mascarpone, stracchino), a formaggi stagionati a pasta dura, a formaggi molli e saporiti (brie, gorgonzola)...
Assieme a pane e affettati di ogni genere...
Nei dolci: sopra a mousse leggere, a panna cotta, a gelato (assieme al loro sciroppo)...
inseriti a pezzettini in un plumcake...o ad arricchire uno yogurt bianco.

E poi, aprendo il vaso...sarà impossibile evitare di portarne uno (uno?) alla bocca, così, semplice, solo soletto...leccandosi poi le dita sporche di dolce sciroppo caramellato!

FICHI CARAMELLATI

 

Ingredienti
   1 kg fichi, maturi e sodi, non troppo grandi
   450-500 g zucchero
   200 g acqua *
   aromi a piacere: vaniglia, scorza limone, cannella, altre spezie...
   * versione alcolica: sostituibili in tutto o in parte l'acqua con vino rosso/bianco/rhum

Procedimento
- Sciacquare brevemente i fichi e pulirne delicatamente la superficie, se necessario
- Appoggiarli in un unico strato sul fondo di una padella larga
- Cospargere con lo zucchero e versare sopra l'acqua

- Cuocere a fiamma bassa, facendo sobbollire finchè il liquido sia diventato uno sciroppo della consistenza del miele. Non mescolare, o farlo piano tra i fichi, affinchè i frutti restino integri. Ci vorrà circa un'ora-un'ora e mezza.
- Mettere i fichi nei vasi di vetro, aiutandosi con un cucchiaio, senza premere
- Portare a ebollizione qualche secondo il succo rimasto, così da versarlo molto caldo dentro ai vasi fino a riempirli.
- Chiudere e capovolgere fino a completo raffreddamento
- Si conservano anche per un anno
- All'apertura, se lo sciroppo si fosse molto addensato attorno ai fichi, consiglio di intiepire il vaso (in microonde o a bagnomaria): lo sciroppo tornerà liquido e sarà facile estrarre i fichi...e colare lo sciroppo ovunque vogliate!  



10 commenti:

  1. Adoro i fichi caramellati...
    A suo tempo li feci anche io con una ricetta tutta "a sensazione".
    Pensare che in Romagna si trovano un po' ovunque e di ottima qualità mentre qui a Roma sono praticamente introvabili!!! Molti rivenditori neanche li conoscono!!!

    La mia accoppiate preferite? Nelle piadine con lo squacquerone!

    BaSci :)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Piero! mi fa piacere vederti qui!
      anche a me piacciono un sacco i fichi caramellati...molto dolci, sì, ma stanno bene con tanti altri cibi...
      nelle piadine? :-) provati...abbinata fantastica!!!
      a presto, ciao!!!!

      Elimina
  2. Ma che sorpresa. pensa che questi fichi piacciono tanto alla mia mamma ma non sono mai riuscita a trovare la ricetta. Ora finalmente posso farli. Grazie. Da oggi ti seguo; non voglio perdere nessuna tua ricetta. A presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Francesca, benvenuta qui! sono contenta che con questo post tu abbia trovato una ricetta che cercavi!!! Potrai anche personalizzarla con aromi a piacere.
      E spero potrai trovare ancora preparazioni interessanti! a presto! Ele

      Elimina
  3. Potrei morire per un vasetto di fichi così! Sai che io sono una golosona (ormai lo avrai capito) ma uno dei miei frutti preferiti è proprio il fico! Mia mamma ne aveva due alberi, che con il tempo si sono ammalati e ora non ci sono più ... rimpiango tantissimo quei buonissimi fichi dolci che ci donava tutti gli anni. Quelli che si comprano (sopratutto qui!!) sono bellissimi, duri e insapori! E costano pure 3/3,50 al kilo! Di certo non li compro, mi accontento di guardare i tuoi. Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cara Terry...qui tra golose ci si intende. In effetti i fichi sono difficili da trovare in negozio, durano poco e costano. Io per fortuna ho potuto raccogliere da un albero, non mio!
      ma lì nella tua nuova isola, troverai frutta buona...già ho visto la produzione di marmellata.
      un grande abbraccio!

      Elimina
  4. Gli alberi di casa dei miei, a Roma, stanno ancora regalando frutti, gli ultimi della stagione. Adoro gli alberi di fico, per la loro struttura tenace e per le loro gemme.
    Sono belli i tuoi fichi caramellati e non vedo l'ora di vedere le tue ghiotte preparazioni :)
    I vasetti in dispensa sono quanto di più bello si possa trovare in una cucina...e non oso immaginare la tua!
    Un abbraccio tesoro... <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è una gran fortuna avere un albero di fico, è forte, non richiede cure, e produce tanti frutti (difficili da trovare freschi, se non a costi alti). E fare i fichi caramellati è stata per me una gran bella scoperta! e ti mostrerò dove li ho usati ;-)
      anche se purtroppo quest'anno la raccolta dei fichi è stata molto molto scarsa...tra ferie e pioggia, mi sono persa il loro momento migliore.
      ti abbraccio forte!!! dai che il sole tiene... :-)

      Elimina
  5. io l metto nei panettoni a natale, fico caramellato e cioccolato bianco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Rosalba, grazieper questo goloso suggerimento! proverò l'abbinata! :-)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Printfriendly