citazione

"Il futuro appartiene a coloro che credono nella bellezza dei propri sogni." (Eleanor Roosevelt)

mercoledì 21 ottobre 2015

CROSTATA DI MELE E NOCI

In questo periodo dell'anno sforno i dolci che più amo, crostate e torte semplici piene di mele o pere e frutta secca. Mi piace così tanto il loro sapore ricco, l'equilibrio tra ingredienti morbidi e umidi e ingredienti croccanti e asciutti! E poi per me questi sono i dolci che "sanno" di casa, legati a profumi e ricordi affettuosi, a golose colazioni o rilassanti pause pomeridiane...
...ciò che ci vuole in questi giorni in salita pieni di punti interrogativi!

Per questa ricetta, ho voluto provare una pasta frolla semintegrale con un pizzico di lievito, più morbida e porosa, perfetta per fondersi con l'abbondante ripieno di mele! Ho inoltre inserito le noci sia nel guscio di frolla che sopra al ripieno per dare croccantezza e più sapore. Naturalmente, sarà squisita e ogni volta diversa, usando altra frutta secca!

CROSTATA DI MELE E NOCI

dosi per un dolce diametro 24cm

Pasta frolla morbida alle noci

Ingredienti
   150 g burro
   150 g zucchero
   50 g uova
   200 g farina 00
   100 g farina integrale
   5 g lievito
   100 g noci
Procedimento
- Tritare le noci grossolanamente
- Lavorare il burro morbido e lo zucchero
- Aggiungere le uova e amalgamare
- Aggiungere la farina ed il lievito setacciati e le noci e lavorare brevemente
- Compattare e avvolgere nella pellicola
- Far riposare in frigo alcune ore

Montaggio e cottura

Ingredienti
   500 g pasta frolla per il fondo
   150-200 g pasta frolla per la copertura
   600 g mele renette (peso netto)
   100 g noci tritate
   30 g zucchero
Procedimento
- Stendere la frolla ad uno spessore di 5 mm
- Rivestire bordi e fondo della teglia
- Coprire abbondantemente con le mele, sbucciate e fatte a cubetti
- Cospargere con il resto della frolla sbricolata: da fredda, o passarla brevemente in un tritatutto o su una grattugia a fori larghi
- Distribuire le noci tritate
- Spolverizzare di zucchero
- Cuocere a 170-180°C per circa 40 minuti (fino a vedere la frolla ben dorata)
- Far raffreddare e sformare


Con questa crostata integrale di mele e noci partecipo al contest "Dolci alle mele" indetto da Molino Chiavazza.


Smetto di pensare...e affondo i denti in questa fetta piena di gusto.
Eleonora

10 commenti:

  1. E' una meraviglia questa ricettina!
    Mi ricorda lontanamente un mio esperimento:
    http://conigliogiallo.blogspot.it/2015/07/crostata-di-mele.html
    ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Cristina! è vero, anche tu avevi optato per mele e noci...che bontà!!!
      e ciò che amo dei dolci con le mele, è che si riesce sempre a farne di differenti e buonissimi. Non mi stancano mai.
      grazie della visita. Ciao!!!!

      Elimina
  2. questa crostata deve essere di un buono esagerato! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...a me è piaciuta tanto...ma non faccio testo! ;-) però devo dire che è piaciuta a tutti.
      Questa è la forza dei dolci semplici. Grazie Silvia!

      Elimina
  3. Con il tuo blog sei ufficialmente il mio libro dei dolci,
    grazie di questa (ulteriore) meraviglia,
    baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma che bella cosa mi hai detto!!! grazie Su!
      se ile mie ricette ispirano altri ad aver voglia di rifarle, entrano in altre case dove verranno realizzate e gustate...allora questo mio piccolo spazio virtuale diventa grande!
      un caro abbraccio!

      Elimina
  4. Che dolce goloso Ele ... Dalle foto viene voglia di allungare la mano e prendersene una fetta, ci starebbe proprio bene una coccola, prima di andare a letto. Grazie per questa leccornia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. i dolci da forno non mi stancano mai...e con pochi ingredienti, e di stagione, si possono ottenere risultati davvero golosi! so che tu apprezzi questo tipo di preparazioni, e mi fa piacere ti piaccia questa crostata! Una fetta, seppur virtuale, è tutta tua!!! un abbraccio Terry

      Elimina
  5. Ecco, mi sono rimessa in pari con i tuoi post e appreso del tuo tormento interiore. Spero nel frattempo che tu abbia iniziato il tuo percorso, scalza. ;)
    Ti lascio un abbraccio ma resto con gli occhi e le papille gustative, su questo dolce e quello di Massari: trionfo di bontà e colore! :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh già...succede a volte di restare scalzi fermi in mezzo ad un incrocio... L'importante è riuscire a muovere qualche passo, farsi venire qualche callo sotto i piedi, ma ritrovare la strada (e chissà. magari pure un paio di scarpe!). :-)
      e, importantissimo, è che non manchi mai la merenda dolce!!! la crostata di mele è una merenda perfetta per me. Grazie Silvia, mi prendo e ricambio il tuo abbraccio

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Printfriendly