citazione

"Il futuro appartiene a coloro che credono nella bellezza dei propri sogni." (Eleanor Roosevelt)

giovedì 31 dicembre 2015

PANFORTE...e niente bilanci quest'anno!!!

Ultimo post dell' anno...ultimo giorno del 2015.
È tempo di bilanci, giusto? Ammetto che, tirando le somme, mi pare che il risultato abbia segno negativo. Ho avuto svariati "tracolli" soprattutto negli ultimi mesi! Sotto tutti i punti di vista, vita privata, vita professionale.
Ma...ma io stavolta non ci credo. Stavolta, io, che amo i numeri, che lavoro con i numeri, che li infilo ovunque riescano a spiegare-ordinare-dare senso alle cose (spesso li infilo anche nei miei dolci)...non credo al risultato di un bilancio!!!

E quel segno meno che apparentemente ho visto ingigantirsi negli ultimi giorni, tra parole, incontri, eventi che avevano preso una piega inaspettata, quel segno meno mi ha ridato linfa vitale.
E questo è il miglior bilancio, oggi: io ci sono!!! Ho deciso di ritrovarmi, mi sento pronta a tutto, non senza timori perchè non sono un'incosciente, ma con la consapevolezza della mia forza.

L'ultima ricetta di quest'anno è veloce da fare, semplice...e mi piace da impazzire: il panforte.
Ce ne sono mille diverse versioni in rete, io ho preso spunto dall'affidabile Teonzo, apportando poi alcune modifiche per personalizzare la ricetta e farla a mio gusto.
Il sapore è, naturalmente, dolce e ricco, con una incredibile gamma di gusti e profumi data dalla presenza di frutta secca, canditi, spezie. Vi consiglio di provarlo!!!


PANFORTE

dosi per uno stampo diametro 20-22 cm; ricetta originale di Teonzo in rosso tra parentesi, dove diversa dalla mia

Ingredienti
   150 g mandorle (con la pelle) (200)
   50 g noci (-)
   50 g nocciole
   25 g pistacchi (-)
   25 g pinoli (-)
   150 g scorze di arancia candita (200)
   50 g cedro candito (100)
   120 g farina 00
   spezie: cannella, noce moscata, chiodi di garofano, pepe nero *
   sale
   50 g acqua
   150 g miele
   150 g zucchero
   q.b. zucchero a velo
   q.b. ostie (oppure carta di riso)
Procedimento
- Preparare lo stampo (un anello di acciaio o uno stampo apribile) rivestendo fondo e lati con ostie o carta di riso.
- Usare una ciotola capiente per contenere tutti gli ingredienti della ricetta
- Mattere nella ciotola metà delle mandorle intere
- Tritare grossolanamente metà delle mandorle e le nocciole
- Asciugare i canditi dal loro sciroppo (se usate quelli autoprodotii), tagliarli a dadini i canditi e versarli nella ciotola.
- Versare la farina nella ciotola, mescolare con un cucchiaio per distribuirla in maniera omogenea e rompere eventuali grumi di canditi
- Aggiungere le spezie (cannella, noce moscata, chiodi di garofano, pepe nero) ed il sale (un pizzico) e mescolare per amalgamare
- In un pentolino versare l'acqua, il miele e lo zucchero
- Cuocere su fiamma media fino alla temperatura di 121°C
- Versare subito lo sciroppo a filo sugli ingredienti secchi nella ciotola, mescolando con il cucchiaio
- Versare il composto amalgamato dentro lo stampo preparato in precedenza
- In questa fase, fare attenzione a non spostare i pezzi di ostie (sia sul fondo che sui lati), altrimenti poi diventerà molto difficile staccare il dolce se aderirà allo stampo o alla carta forno **
- Livellare la superficie usando il dorso del cucchiaio, inumidendolo di tanto in tanto affinchè non si attacchi al composto
- Spolverare la superficie del panforte con abbondante zucchero a velo
- Cuocere a 160° per circa 30 minuti. La cottura del panforte deve essere parziale, serve solo per cuocere la farina (niente prova stecchino!)
- Dopo i 30 minuti togliere lo stampo dal forno e far completamente raffreddare
- Togliere dallo stampo; conservare chiuso in pellicola trasparente (dura settimane).
Note
* Consiglio di Teo riguardo le spezie: "L'ideale sarebbe macinare al momento le spezie con l'apposito macinaspezie. Per quanto riguarda i quantitativi dipende unicamente dai vostri gusti, ossia da quanto speziato volete il dolce finale. Se non avete esperienza regolatevi in base al profumo: mescolando le spezie con gli altri ingredienti queste emanano il loro profumo, quindi regolatevi in base alla sua intensità ed al suo equilibrio."
Io ho messo solo cannella, pepe, sale.
Ho preferito aumentare sapore e profumi variando la frutta secca.
** Se per caso l'impasto è fuoriuscito da fessure nel foglio di ostia ed il dolce si è attaccato allo stampo, sfornarlo quando ancora tiepido, oppure scaldare i bordi dello stampo con un phon per ammorbidire il composto... (provato, perchè a me è successo!)


Stasera vi saluto con una canzone...che mi risuona nella testa e mi fa ridere e cantare!

Buona fine, buon inizio!
Eleonora

6 commenti:

  1. grazie per questo post dolcissimo,buon anno,u bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. buon anno a te Paola! e per noi, solo post dolcissimi :-)

      Elimina
  2. Non potevi trarre bilancio migliore da questo 2015 che ti ha dato parecchio da pensare, ma che ti ha vista uscire trionfante e consapevole di quanto tu sia una donna forte. E sono sicura che questa consapevolezza te la porterai dietro a vita e te ne ricorderai ogni volta che ti sentirai sopraffare dagli eventi.
    Ti auguro tutto il meglio, in questo nuovo anno, che i sogni si possano realizzare e che ci possano 366 motivi per sorridere.
    Ti abbraccio e a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È proprio così...Pian piano sto riprendendo consapevolezza di me, non solo delle mie paure ma anche delle mie forze. Non voglio più farmi sopraffare da eventi e persone! uh..che buon proposito impegnativo per il nuovo anno ;-)
      Grazie del tuo messaggio Paola...e quest'anno bisestile mi regala un giorno in più per sorridere. :-)))

      Elimina
  3. emmeno io credo ai bilanci. Almeno, non più. Sono certa che saprai tramutare il segno meno in maniera positiva perché ricorda che "ogni stop è solo un altro start".
    Il tuo panforte mi appare buonissimo....mamma mia come vorrei assaggiarlo!!!
    Ti mando un bacio tesoro e ti auguro ogni bene ❤

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Amica mia, forte e coraggiosa... farò come dici tu: renderò questo mio stop (uno stop davvero a 360°) lo start per un bellissimo nuovo viaggio di vita.
      Il panforte è una bomba!!! Se hai occasione, provalo. Non è difficile e davvero è squisito e pieno di gusto.
      Un bacio grande a te, e alla tua famiglia che si è allargata!!! ❤❤❤

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Printfriendly