citazione

"Il futuro appartiene a coloro che credono nella bellezza dei propri sogni." (Eleanor Roosevelt)

venerdì 14 marzo 2014

MARMELLATA DI ARANCE, una spremuta sottovetro!


Qualche giorno fa avevo visto dalla bravissima Cristina di "Coccole di dolcezza" la sua marmellata di arance, e mi sono resa conto che sono almeno due mesi che ho la mia da mostrare!!! Ogni volta superata da un panettone, da una pagnotta, da un dolce (in questo periodo dell'anno ho non pochi compleanni in famiglia!)...se continuo a posticipare, finisce del tutto la stagione delle arance...
ormai è primavera!

Ma è troppo buona, non potevo non pubblicarla!!!

Ha un bellissimo colore arancione chiaro e vivo, profuma di arancia appena tagliata, ha un sapore intenso, dolce e amaro assieme. Io l'ho trovata fantastica! 
Ho preso ricetta e metodo da Teo del blog "Teonzo", in cui trovo sempre indicazioni chiare, precise, utili.
MARMELLATA DI ARANCE
(dosi ricetta originale in rosso)
Note di Teo
“Questa ricetta è diversa da quelle tradizionali: vengono usate solo le parti "nobili" dell'arancia (scorze e succo), alzando sia la qualità del prodotto finale che la quantità di scarti. Con questo metodo massimizzate il gusto finale (ogni cucchiaino è una vera bomba di gusto arancia) ma minimizzate la resa (si ottiene poca marmellata).
Vi consiglio di far riposare i vasetti di questa marmellata per almeno due mesi prima di aprirli. È una marmellata che cambia col tempo di conservazione. Le zeste col tempo continuano a "candire", diventando più trasparenti. Inoltre la marmellata diventa sempre più densa, la consistenza che avete il giorno dopo è più morbida di quella che avrete dopo qualche mese. Questa marmellata cambia col tempo molto più delle altre, il suo picco lo raggiunge dopo 5-6 mesi.”
Note mie
Ho messo parecchi filetti di scorza, perché mi piace trovarli nella marmellata, e ho calato lo zucchero. Ma si possono variare un pochino le dosi a proprio gusto.

Ingredienti
    1000 g succo e polpa di arancia (solo succo)
    600 g zucchero (800)
    250 g scorze di arancia a filetti * (q.b.)
    *importante usare arance non trattate
Procedimento
- Portare ad ebollizione una pentola di acqua.
- Pelare alcune arance, cercando di prendere minor albedo possibile (la parte bianca). Io ho usato 250 g di scorze; potete decidere di usarne meno o di più, a piacere.
- Versare le scorze nell’acqua in ebollizione e far cuocere per pochi minuti.
- Scolare e versare in acqua fredda.
- Tagliare poi le scorze a filetti molto molto sottili. Per velocizzare l’operazione, ho lavorato con alcune scorze sovrapposte. Sbadatamente, ho prima tagliato a julienne e poi bollito. Credo cambi poco a livello di sapore, ma immagino sia più facile tagliare a julienne le scorze da cotte piuttosto che da crude come ho fatto io!
- Spremere le arance. Nella ricetta originale si dice di filtrare poi attraverso un colino per avere un succo limpido. Io ho preferito avere anche polpa, quindi ho cercato di aggiungerne recuperandola dallo spremiagrumi, togliendo i semini che c’erano in mezzo e i filamenti bianchi.
- Pesare il succo, aggiungere una quantità di zucchero pari al 60% del succo (ricetta originale dice 80%).
- Mettere il succo in una pentola capiente e larga, portare ad ebollizione a fiamma alta.
- Versare poi pian piano tutto lo zucchero, mescolando in modo da scioglierlo senza che si depositi su fondo o pareti (dove si attacca e diventa caramello, cambiando sapore alla marmellata).
- Riportare ad ebollizione mescolando.
- Aggiungere le scorze a filetti e completare la cottura (circa una decina di minuti, temperatura 105°C).
- Versare nei vasetti puliti, chiudere bene il tappo, far raffreddare capovolti.

Buonissima mangiata semplice sopra una fetta di pane, ha trovato il giusto utilizzo in una splendida crostata che, chissà, prima o poi arriverà qui sul blog....

18 commenti:

  1. Ciao Ele!
    Davvero diversa questa tua marmellata, una sorta di gelatina con scorzette. Certo, l'arancia si presta davvero a mille interpretazioni, e non si butta via niente! Questa poi... mmmmmm
    Io di solito le marmellate le faccio al microonde, hanno un colore ed una cottura che rispetta il sapore originale del frutto impareggiabili. La marmellata di arancia (così come quella di mandarino) mi impegna parecchio, perché uso solo la polpa, e, se nel caso delle arance l'operazione di spellamento è semplice, per i mandarini ci metto una vita! , e poi parte della buccia. Sono costretta però a scartare il succo (che bevo!!) altrimenti nel microonde la marmellata non si addensa mai.
    Questa tua marmellata è un escamotage eccellente per utilizzare anche il succo e le scorze rimanenti!
    sìsìsìsì stampo subito!!!
    Sei sempre fonte di sorpresa, dolci sorprese, tu :))
    buona giornata e un sorriso!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. buongiorno Tam!
      io non sono una grande esperta di marmellate, vario e provo metodi diversi.
      e poi ho capito che nel campo delle marmellate più che in altri, ogni persona ha le sue ricette collaudate...e diverse nelle quantità-metodi-tempi di cottura.
      la tua deve essere squisita, con la polpa...e interessante usare il microonde!!! ma soprattutto, tanto di cappello a te per la pazienza!!!!
      quanto mi piacciono le marmellate fatte in casa!!!
      questa fatta di succo e scorze mi è piaciuta molto davvero (ma pure io un po' di polpa l'ho infilata dentro).

      inutile specificare che me la mangerei a cucchiaiate!

      un sorriso grande a te, che mi porti gioiosi commenti! ♥

      Elimina
  2. Ciccia, sai quanto io adori le marmellate. Le prediligo per la colazione, su un buon pane o su una fetta biscottata. Mia mamma ne ha sempre fatte moltissime e di tutti i tipi.
    devo dire che in casa è lei la maestra in queste cose.
    L'altro giorno mi ha presentato una confettura ...di nespole :D ricca di pezzettoni come le amo io, squisita.

    bellissima questa tua marmellata alternativa, ma tu sei brava!! Ricordo ancora quello spettacolo che mi avevi fatto fare con fichi limkne e mandorle :)

    Un abbraccio ciccia, buon week end ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi piacciono un sacco le marmellate fatte in casa! con i pezzettoni anche io (che poi al massimo frullo se mi serve un prodotto più fluido)...
      e avere frutta di casa è davvero una grande fortuna!!! immagino la bontà delle vostre marmellate...ma prima o poi una te la ruberò! :-P

      un abbraccio grande! buon weekend. ♥

      Elimina
  3. Cara Eleonora, se ti può consolare, la ricetta della marmellata e la relativa foto sono...di un anno fa. Mi ero presa così indietro che era passata la stagione per pubblicarla. Ma io sono sempre moooolto indietro nelle ricette (se ti dico che ne ho una quarantina già fatte ma che attendono solo il mio tempo per scriverle mi credi ?) Fantastica la tua marmellata. La tua foto rende molto bene l'idea di come è venuta, non altrettanto la mia che di fatto sembra una composta uniforme quando in realtà è a filetti. Mi piace sempre leggere ricette diverse in fatto di marmellate perchè son sempre alla ricerca della ricetta perfetta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ci credo Cristina che hai ricette accumulate...sei una macchina da guerra con i dolci!!! ma come fai??? e dire che pubblichi parecchio. :-)
      io presa da "marmellatite" la scorsa estate, ho letto svariate ricette, svariati metodi, e ognuno lo proponeva convinto che fosse il migliore...la ricetta perfetta. Stavo diventando matta a capirci qualcosa:tanto-poco zucchero, fluida-a pezzettoni, con aromi-senza aromi, cottura lenta-cottura veloce, pectina-non pectina-bucce di mela, cotture con riposi-senza riposi,...
      Beh, la ricetta perfetta non esiste!
      Ne ho provato varie, e ognuna aveva pregi e "difetti". Comunque, tutte buone. Se si parte da frutta buona e non si esagera con la cottura, credo che il prodotto finale sia sempre di gusto gradevole...
      Oddio ho scritto un papiro... :-) ...ma mi hai fatto riflettere sulla "ricetta perfetta".

      ecco...questa di arance che ho provato è UNA ricetta, ma non è LA ricetta.
      E' buona, molto buona! e io consiglio di provarla, mantiene stupendo colore e tanto sapore.
      ciao!!!!
      :-)

      Elimina
  4. Divina Eleonora. Anche a me piacciono le scorze dell'arancio nella marmellata e approvo in pieno la tua scelta.
    La gusterei all'istante ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh sì Erica, le scorzette dentro alla marmellata sono proprio buone...ammetto che me la mangerei a cucchiaiate...
      grazie del passaggio qui. Ciao!!!

      Elimina
  5. Sai che mi hai fatto venire voglia di marmellata di arance solo a leggere la tua descrizione? Devo farla anche io prima che finiscano le mie meravigliose arance di Sicilia, volevo provare la ricetta di Cristina, ora mi hai messo in crisi. Bravissima Ele ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :-)
      a me è piaciuta tanto! e quindi ne riporto una descrizione positiva! ;-)
      come scrivevo più sopra nei commenti, difficile stabilire se c'è la ricetta della marmellata perfetta. Puoi solo provarle entrambe. Anche perchè, con arance di Sicilia, chissà che buone ti verranno!!!

      Elimina
  6. Bella la tua marmellata!
    Anche a me piacciono un sacco!

    Baci Ele :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io ho la marmellatite dalla scorsa estate, complice una borsa piena di fichi che mi è stata donata e che mi ha dato il la per iniziare a produrre.
      :-)
      Ritengo fortunato chi ha piante proprie, di qualsiasi frutto. Io ero arrivata a suonare il campanello ad una signora anziana vedendo un arbusto pieno di more lasciate lì, e un albero carico di prugne "goccia d'oro"...e mi ero portata a casa un piccolo bottino!!!

      :-))))

      Elimina
  7. Sei stata geniale ad utilizzare le scorzette, Eleonora. Questa marmellata ha un colore meraviglioso che mette davvero una grande voglia di spalmarla su una bella fettONA di pane :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. maria Grazia, troppo buona. La ricetta non è merito mio, però ammetto che mi è paiciuto tanto il risultato. E, in effetti, questa marmellata è l'ho già usata in un dolce e sopra fettONE di pane.
      Oltre che a mangiarla a cucchiaiate!
      :-)

      Elimina
  8. Vedo che ami davvero le marmellate. Splendida.... adoro la marmellata di arance. E mi sono piaciute anche le note scritte. Brava Eleonora, l'inverno è scongiurato e il suo sapore ci delizierà per molto tempo ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sei venuta a scovare la mia marmellata! brava!
      e....sìììì, le amo! a partire dalla scorsa estate ne ho fatte di fichi (con aromi vari), albicocche, pesche, prugne selvatiche, mele cotogne, arance, limoni,...e poi fichi sciroppati e fichi caramellati.
      mmmmh...che bontà...
      grazie della visita, ciao!!!!

      Elimina
  9. Scusa,ho provato a fare la tua marmellata di arance,ma ci è voluto parecchio tempo per raggiungere i 105° e la marmellata si è un po' scurita. Dove ho sbagliato?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Ambra. Non credo tu abbia fatto grandi errori...
      forse la quantità era grande rispetto alla capacità della pentola?
      io cerco di fare fiamma vivace e pentola larga in modo da avere evaporazione veloce e cottura non troppo prolungata.
      Spero comunque che la marmellata sia rimasta comunque buona!!! ciao

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Printfriendly